Non hai bisogno di chiedere il permesso!

Per dieci anni ho lavorato con molte donne che desideravano ritrovare il contatto con la loro voce interiore e affrontare con più consapevolezza la loro vita e chiarirsi le idee in momenti di dubbi, conflitti interiori e di grandi cambiamenti o semplicemente per comprendere meglio sé stesse. In un certo senso facevo un po’ da “amplificatore” di quella loro voce interiore, aiutandole a sentirla più chiaramente.

Quando avevo 17 anni ebbi un’esperienza che mi cambiò la vita. Un giorno mentre camminavo assorta nei miei pensieri verso la fermata dell’autobus per andare a scuola, mi fermai improvvisamente colta da una specie di folgorazione. Trattenni il respiro, il tempo si fermò e tutti i rumori esterni si spensero. Poi, sentii una voce chiarissima che mi disse: “TU SEI ETERNA”. Non mi spaventai, perché mentre udii quelle parole percepii un amore immenso e una calma profonda. Ricominciai a respirare e mi guardai intorno. Tutto era come prima. Erano passati solo pochissimi istanti. Ma dentro di me era cambiato tutto, così, in meno di un battito di ciglia. Non era solo il senso di quelle parole che mi lasciò profondamente trasformata, ma quello che sentii interiormente. In un modo che non so spiegare avevo sentito chiaramente che siamo Esseri eterni e che esistiamo al di là di questa esperienza che chiamiamo vita. Da quel giorno era come se quella voce, sotto forma di intuizioni, percezioni e sensazioni, mi parlasse continuamente. Ho vissuto gli anni successivi facendo le mie esperienze come qualsiasi altra ragazza ma con una consapevolezza che cresceva con me. È stato un grande dono. Ma ogni dono che ci viene concesso ci viene dato per un motivo. È un po’ come dare dei meravigliosi colori ad un artista e poi sperare di vedere presto una sua opera attraverso quegli stessi e speciali colori.

Quell’esperienza mi ha spinta a ricercare spesso quella voce, soprattutto nei momenti critici della mia vita, quelli difficili, quelli che richiedevano una comprensione, una scelta o una svolta.

Dovevo solo spegnere il mondo esterno e ascoltare. Nel silenzio potevo sentirla.
Ecco perché mi è sempre stato semplice ascoltare la voce interiore anche delle altre persone che si aprivano con me. Attraverso la mia, sentivo la loro.

E quando riesci a vedere nel cuore di una persona ti è impossibile giudicarla perché senti quello che sente.

Ma nel mio lavoro quello che nel tempo mi colpiva sempre di più era che quasi tutte quelle donne sentivano il bisogno di una conferma esterna per darsi il permesso di fare scelte importanti o intraprendere una particolare direzione nel loro cammino. Non avevano ancora abbastanza fiducia in loro stesse e la mia presenza non le aiutava in questo. Capii che finché una persona affida ad un mentore qualsiasi il permesso di agire in un determinato modo perché gli attribuisce la facoltà di sentire ciò che è bene e giusto per lei, non potrà mai seguire la sua strada e non potrà mai manifestare pienamente il suo potere personale. Lo so, mi ci vollero dieci anni per capirlo. Ma quando lo realizzai chiaramente, mi fermai e smisi di esercitare la mia professione. Le soddisfazioni erano state tante e avevo visto molte donne trasformarsi, ma sempre rimanendo come appese ad una “cintura di sicurezza” che non le permetteva di camminare sul filo della loro vita sicure di farcela da sole.

Poco dopo ebbi due figli e l’esperienza di diventare ancora mamma e il tempo che mi ritrovai per elaborare un sacco di cose mi fecero capire che tutto ciò che potevo veramente fare era raccontare la mia storia e come avevo fatto a trovare in me quella guida interiore per seguire me stessa e la mia strada.

Quello che voglio dirti è che tu non hai bisogno di chiedere a nessuno il permesso per scegliere te stessa, la tua strada e i tuoi desideri, persino i più intimi!

Pensaci attentamente: quando devi prendere una decisione importante riguardo a te stessa e alla tua vita, cosa fai? Chiedi consiglio e cerchi qualcuno che ti aiuti a capire cosa fare, o spegni tutte le voci esterne e ti affidi con determinazione a quel che senti?

Se la tua risposta è la seconda opzione, beh, sappi che puoi essere di ispirazione a molte persone! Se invece la tua risposta è la prima opzione, sappi che non è colpa tua. Non sei sbagliata né meno di altre. È una situazione che molte di noi vivono o hanno vissuto. So come ti senti perché anche a me è capitato tante volte di sentirmi smarrita! Il fatto è che siamo cresciute così. Sin da bambine la nostra voce interiore è stata soffocata dal chiacchierio esterno che ci diceva costantemente come dovevamo essere e cosa dovevamo fare. La famiglia, la scuola, la società.

E così, immancabilmente ci troviamo in crisi, scisse in noi stesse tra quello che desideriamo profondamente e quello che quelle voci esterne ci dicono che dovremmo fare o essere. Cerchiamo disperatamente qualcosa o qualcuno che ci aiuti a sentire chiaramente la nostra vera volontà e che ci dica: “si puoi farlo” o “si, è giusto per te”. Ma il fatto vedi, è che non hai bisogno che nessuno ti dia il permesso!

Immagina come ti sentiresti nella situazione in cui tu, liberamente e con sfacciata sicurezza, scegliessi di seguire quello che senti davvero nel tuo cuore?

Sono quasi certa che immaginandolo senti un senso di libertà, una gran gioia! È come se qualcosa si accendesse dentro di te vero?

Ecco il motivo per cui non devi chiedere il permesso a nessuno per seguire te stessa: perché ogni volta che lo fai limiti te stessa e la tua vita.

Nessuno può dirti cosa sia giusto per te o cosa sia la miglior scelta. Solo tu lo puoi sapere e solo tu hai il potere di rendere la tua vita straordinaria. Ma per farlo devi prenderti la responsabilità di ogni tua decisione, spegnere tutte le voci attorno a te e seguire quello che senti anche se hai mille dubbi. I dubbi nascono solo dalla tua insicurezza ma non appena sperimenterai la gioia e il senso di liberazione per aver seguito te stessa e la tua voce, piano piano scompariranno.

Sii ribelle, agisci solo seguendo il tuo istinto! Vivere con il rimpianto di non aver fatto quello che desideravi è sprecare la tua vita!

Non hai bisogno né il permesso né l’approvazione di nessuno per fare le tue scelte e nessuno ha il diritto di giudicarle.

Il mondo ha bisogno di donne ribelli che sanno far sentire la loro voce! Una voce capace di rendere questo pianeta un posto migliore.

A presto,

Natascha

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...