Oggi non mi identifico più con titoli o etichette, ma col profondo messaggio che sono venuta a portare. Un messaggio che parla di cambiamento, trasformazione e libertà.

Io stessa sono in continua trasformazione e alla costante ricerca di quella Me sempre più libera e autentica.
E per fare questo, nella mia vita ho lavorato tanto per togliere tutto ciò che nascondeva quella vera Me che stava lì, nascosta tra i condizionamenti, le paure e quelle ombre che non mi permettevano di brillare con tutta la mia luce.
Ancora oggi lavoro per far si che quella luce possa esprimersi liberamente.

È un percorso che dura una vita perché non smettiamo mai di conoscere e sperimentare nuove parti di noi che emergono e fioriscono lungo il nostro cammino. Un cammino fatto di rinascite continue che ci conducono sempre più verso la nostra autentica natura luminosa.

È per questo che, dopo tanto tempo passato a disfarmi dalle etichette e da tutto ciò che ha condizionato il mio vero essere, non voglio più usarne altre per definirmi.
Potrei fare un lungo e noioso elenco dei miei titoli, delle mie esperienze e delle mie conoscenze ma questo direbbe chi sono?
No, e non darebbe nemmeno la certezza della mia competenza.

Ciò che dice chi sono è quello che riesco a trasmettere attraverso quello che faccio.

Il resto è solo apparenza. E oggi non perdo più tempo ad occuparmi di quell’apparenza, né la uso per sentirmi qualcuno o farlo credere ad altri.

Oggi per me ciò che conta è riuscire a far sentire quello che ho da dare.

In effetti, direi che la via che ho scelto è una via profondamente artistica.

Non mi servono titoli per fare il mio vero lavoro.

Se fermandoti qui sentirai dentro di te vibrare il mio messaggio, allora saprai chi sono.
E se chi sono è in sintonia con chi sei tu, beh, allora forse abbiamo molto da condividere.

Natascha von Arx